08.jpg

Palazzo Novelli a Carinola

Il programma di restauro del Palazzo Novelli a Carinola (Ce), redatto nel 1997, è stato finanziato dalla Regione Campania sui fondi POR per la sua destinazione a Museo della Città e del Territorio; è stato completato nel 2003.
L’intervento è valso a riportare alla luce la configurazione originaria di quella che può essere ritenuto l’unico organismo di stile catalano con loggia d’angolo.
L’intervento è risultato di una particolare complessità poiché l’antica fabbrica, appartenuta ad Antonio Petrucci segretario particolare di Ferrante d’Aragona (figlio del più famoso re Alfonso), già a partire dai primi decenni del XVII secolo si è cominciato a frazionare tra diversi proprietari sino a diventare nel XX secolo un condominio che conservava in apparenza solo pochi elementi caratteristici dell’originaria configurazione.
Con l’avvio dei lavori da un lato sono emerse al di sotto dell’intonaco le antiche membrature lapidee e dall’altro, con una attenta lettura della struttura muraria, è stato possibile riconoscere gli spostamenti di elementi architettonici (finestre, balconi, ecc.) e le altre alterazioni avvenute nel tempo. E’, contemporaneamente venuta alla luce una splendida loggia d’angolo a quattro fornici che è stata riportata all’antico splendore. In base ad una accurata ricerca d’archivio è stata anche restaurata l’antica Sala delle udienze.
 
L’intervento ha naturalmente riguardato la eliminazione di una serie di superfetazioni stratificatesi nel tempo, la realizzazione di spazi museali, la rimodulazione dei percorsi (con una nuova scala e un ascensore).
All’intervento di restauro del Palazzo Novelli si è affiancato, nell’ultimo periodo, anche la realizzazione di una campagna di documentazione del patrimonio culturale architettonico esistente nel territorio comunale allo scopo di allestire quaranta pannelli illustrativi che hanno costituito il primo fondo documentario del Museo cittadino.
Cesare Cundari ha curato anche la pubblicazione del volume Il Palazzo Novelli a Carinola. La storia, il rilievo, il restauro (Roma, 2003) nel quale ha documenta tutte le fasi ed il carattere dell’intervento. Insieme a Laura Carnevali ha curato la pubblicazione de Carinola e il suo territorio. Rassegna dei beni architettonici (Roma, 2002), volume nel quale si documenta in forma di catalogo l’attività di documentazione svolta.