08.jpg

Compl. mon. di S. Bernardino a L'Aquila

Recentemente Cesare Cundari ha concluso lo studio ed il rilievo del Complesso monastico di S. Bernardino a L’Aquila con l’elaborazione di un meta-progetto di rifunzionalizzazione generale.
Si tratta di uno dei complessi più famosi di tutto l’Abruzzo che soffre oggi di una divisione tra la comunità francescana e il Ministero degli Interni che occupa oltre metà dell’antico monastero con l’impianto del Distretto militare.
Il programma, promosso dalla Curia dei Frati Minori d’Abruzzo, tende a sostenere l’iniziativa di utilizzare l’intero complesso per la realizzazione di un Polo bibliotecario ed archivistico oltre che congressuale che è possibile costituire già con la riunificazione delle varie ricche biblioteche ed archivi esistenti nei conventi della regione; principale elemento di aggregazione del Polo potrà essere la prestigiosa Sala di S. Bernardino già utilizzata come sede si Convegni. Il meta-progetto redatto contempla gli interventi necessari alla rifunzionalizzazione ed al restauro sotto l’aspetto architettonico, strutturale ed impiantistico.
Gli studi svolti per il Complesso di S. Bernardino a L’Aquila sono stati oggetto di una pubblicazione realizzata in edizione provvisoria (novembre 2007) e prevista in edizione definitiva per i primi mesi del 2008.