12.jpg

Castel S. Elmo a Napoli

D'intesa con la Direzione del Polo Museale della Campania e con la Direzione del Museo di S. Elmo, è stata avviata nei mesi scorsi una ricerca - condotta da Cesare Cundari, Gian Carlo Cundari e Maria Rosaria Cundari, con la collaborazione di Salvatore De Stefano ed altri studiosi e tecnici - finalizzata al rilievo della fortezza che corona la collina del Vomero, realizzata da Pedro Luis Escrivà durante il viceregno di Don Pedro di Toledo, con il fine di documentarla criticamente nelle sue parti.

E' il caso di segnalare che, al di là della robusta cortina muraria che ne costituisce i vari fronti, la fortezza è stata realizzata ricavando numerosi ambienti - che sono stati utilizzati per lungo tempo come presidio militare - nel volume della collina tufacea e, quasi certamente, inglobando parte del preesistente Belforte.

Dismessa da pochi decenni dal Demanio militare, non ne esiste attualmente una documentazione esaustiva. 

L'attività finora svolta ha riguardato la registrazione morfologica delle sue varie parti con l'ausilio della scansione laser, previo l'inquadramento topografico anche con supporto GPS.